Cooperativa Sociale

Altana

Impresa Sociale

Presa di coscienza e sviluppo delle potenzialità di persone, gruppi, comunità.
Animazione di comunità

  • Minori

    Incontrare ed accogliere i minori, per Altana, significa introdurre coscientemente ciascuno di essi in un trama positiva ed ordinata di rapporti che lo accompagnino nella personale ricerca del Senso della sua vita.

  • Anziani

    Animare la persona lungo tutto il percorso di Vita è ciò che rende Altana unica nel suo genere. Siamo sempre alla ricerca di nuove idee e stimoli da rendere realizzabili per rispondere ai bisogni delle persone anziane che incontriamo.

  • Disabili

    Altana non parte da schemi precostituiti ma dall’osservazione dei bisogni e delle domande del disabile e dei suoi famigliari. Le risposte sono improntate allo sguardo positivo sulla persona nella sua irripetibilità.

 

18 aprile 2019

 

Ci sono due avvenimenti che stanno avvicinandosi a grandi passi: Pasqua e le elezioni.

Sembrerebbe blasfemo accostare questi due avvenimenti, ma in realtà il primo, la Pasqua, può aiutare a decidere come agire sul secondo, le elezioni.

In un mondo sempre più relativista, dove il confronto(quando c'è) non è sulle idee, ma sulla prassi, il rischio è di perdersi, non sapersi più orientare è molto facile.

Anche nel lavoro il rischio è lo stesso; spesso ci affanniamo e ci accapigliamo sul particolare, senza inserire lo stesso in un quadro più ampio che ci permetta di giudicare ciò che facciamo.

L'Uomo è fatto per la certezza e la sicurezza. Dunque è necessario avere un criterio per aderire ad idee e valori che indirizzino i nostri passi lungo una strada certa.

Dire certa non vuol dire facile, non vuol dire lineare; vuol solo dire che fatto un passo si ha la buona possibilità di aggiungerne un secondo con meno incertezza.

La certezza più grande sarebbe accettare l'idea che esista La Verità; tutto sarebbe più semplice.

L'unica verità che oggi sembra essere legge è che tutto è relativo, con una contraddizione logica evidente: non può essere vero affermare che non esiste il vero. Eppure l'Uomo pensa che in questo modo sarà più libero. Affida però la genesi della sua libertà al sentimento, l'elemento più incerto della sua umanità, il più aleatorio e condizionabile.

In questo quadro la stessa giustizia diventa opinabile. Esiste il povero più povero; esiste il colpevole certo, perché non la pensa come me; esiste chi si erge autonomamente a garante del vero e giudica di conseguenza gli altri come inferiori, perché non portatori del SUO vero.

La soluzione alle difficoltà velocemente espresse sembra essere quella di un ritiro nel privato. Ad ogni elezione, per esempio i votanti sono sempre meno. Ma una soluzione come questa non risolve i problemi, ma affida la soluzione ad altri.

Le leggi che vengono deliberate sul lavoro devono interpellare un lavoratore, come ciò che si decide sul governo di una città deve essere patrimonio di chi abita la città.

 

 

Don Giussani mi ha invitato con l'esempio a diffidare delle semplificazioni, ma ad andare sempre a fondo di un concetto. Mi ha insegnato a ritornare continuamente alla etimologia delle parole per far si che una frase, fatta di parole, fosse anche significativa di un pensiero; esprimesse una posizione, un giudizio.

Allora parlare di Pasqua è esprimere una provocazione all'Uomo di tutti i tempi: credi a Gesù che nacque morì e risorse? Se ci credi, questo fatto come interpella la tua vita?

Allora parlare di elezioni significa porsi di fronte alla parola libertà, sia nel dovere/diritto di esprimere le proprie scelte attraverso un voto, sia nel decidere quanto compromettersi in un operare pubblico.

Ed il lavoro, il nostro lavoro, come quello di tutti, non può esimersi da questi due quesiti: perché lavoro(cosa c'entra il lavoro con la mia realizzazione di Uomo); cosa voglio realizzare con il mio lavoro(come la mia libertà diventa responsabilità).

Diventa chiaro, impostato così il problema, quanto distante sia dalla confusione verbale che oggi determina la nostra vita quotidiana(aspetto esistenziale) e il dibattito politico(aspetto pubblico).

Governare un'azienda, perché una cooperativa è un'azienda, deve tenere conto di questi due aspetti per essere significativa per chi governa. Senza questi due aspetti l'alternativa sarebbe la confusione ansiosa e disperata (aspetto esistenziale) e l'utilizzo del potere per uno scopo personale(aspetto pubblico).

Noi siamo una cooperativa sociale; l'area di azione agisce attorno all'uomo. Parla dell'Uomo, parla con l' Uomo, cerca di essere utile alla realizzazione dell'Uomo.

Come possiamo farlo senza rispondere noi alle domande essenziali?

Bruno

 

FINE PRIMA PARTE 1 continua…

 

Accedi al Gestionale

GECOS Gestionale

Sostienici!

5x1000

Altana
  • Indirizzo

    Altana Società Cooperativa Sociale
    Via XI Febbraio 66A/68
    26100 Cremona (CR), Italia
  • Contattaci

    Tel : 0372 412334
    Fax :  0372 24617
    Mail : segreteria@altanacooperativa.it

Download Free Premium Joomla Templates • FREE High-quality Joomla! Designs BIGtheme.net